THE WINSTONS

Enrico Gabrielli aka Enro Winstons

Lino Gitto aka Linnon Winstons

Roberto dell’Era aka Rob Winstons

THE WINSTON’SMITH TOUR 2019 {Chapter One}

Dopo il viaggio psichedelico a bordo di una barca come Caronte fra tenebre oniriche (con il primo video Around the Boat {chapter One}), i tre fratelli Winston -Rob (Roberto Dell’Era), Enro (Enrico Gabrielli) e Linnon (Lino Gitto)-, completano con il secondo capitolo Ghost Town {chapter two} il visual poem divendando un cortometraggio presentato al Milano Film Festival
Nuovo video nonché nuovo strepitoso singolo tratto dal secondo album “SMITH”, uscito per Tarmac / Sony…
Ora i tempi sono maturi per il Release Tour di SMITH!
______________________________________________
La psichedelia degli anni ’60 e ’70, gli studi di Timothy Leary, le dimensioni di Aldous Huxley, il surrealismo narrato da William Burroughs o la prima fantascienza, stella fissa nelle ispirazioni de The Winstons. Il titolo stesso del nuovo album “SMITH”, è ispirato al protagonista di “1984” di George Orwell….Winston Smith

THE WINSTONS

The Winstons sono tre fratelli: Linnon Winston (quello coi baffi), Rob Winston (quello alto) e Enro Winston (quello coi capelli lunghi). Si presentano dal vivo come la migliore time-machine anni sessanta e settanta ad oggi. Ma attenzione: loro non sono revival, sono un’anima di puro stile rock’n’roll. I loro strumenti sono vecchi, sfasciati, polverosi, e abnegano alla chitarra elettrica, in barba ai rigurgiti grunge anni novanta. Hanno esordito con un fortunatissimo e acclamato album di matrice canterburiana (The Winstons, AMS record 2016), a cui hanno fatto seguito concerti, happening e sciamanesimo. Da qui un dvd live (Live in Rome ripreso all’Angelo Mai, AMS records 2016) che ferma l’immagine del primo glorioso tour sold out. Robert Wyatt di recente lo ha ascoltato con somma gioia nel suo stereo. Poi un quarantacinque giri in omaggio al post punk inglese con la cover di Golden Brown degli Stranglers (AMS 2017). Ed infine un’uscita “colta” con la riproposizione di Pictures at an Exhibition di Modest Mussorgskij (AMS records/19’40’’ 2018). Ora il power trio, armato di forza e promulgatore di anarchia ancestrale, ha dato alle stampe un nuovo disco dal titolo “Smith”. Ospiti d’eccezione i grandi amici Nic Cester dei Jet, Mick Harvey dei Bad Seeds e a fianco di PJ Harvey, Richard Sinclair dei Caravan, Rodrigo D’Erasmo e Federico Pierantoni. Si sente il glam nelle ossa, si vedono i muri di cemento delle dittature culturali, si sente una sferzata di vento gelido rock’n’roll. “Smith”, il secondo album di canzoni originali dei The Winstons è uscito a maggio 2019.

THE WINSTONS

Is a power trio, bass, drums, keyboards devoted to psichedelia and the ancestral human cult of anarchy.
Their grand temples are not far from the ones on planet Gong, visible over the horizon behind the ruins of old Canterbury the grave of Hugh (Hopper) to the right and Kevin (Ayers) to the left.
They navigate over the smoky marshes of prog music. fearless of its dirt and its roots still feeding from where it all came from: Rock’n’roll. It’s a human style (who cares?).
It’s Britannic as much as Hugo Pratt is asian or Morricone Texan’s. The three pillars that hold up the structure are actually one from the north, one from the centre and one from the south of our clumsy italian peninsula, though they sound from a disppeared ALBION.
They live the same city that holds a name with many faces and sounds that we’ll avoid to mention, it doesent matter really.
You only need to know that the tall one is called Rob Winston, the moustached one il Linnon Winston and the strange one is Enro Winston.
They used to meet up only to go and get cigarettes, they were already a band we realise now, spiritually already perfect.

Their debut album will be released in January 2016 on vinyle and compact discs
on Matthias Scheller’s www.btf.it.

 

THE WINSTONS ARE:
ENRICO GABRIELLI aka Enro Winston
ROBERTO DELL’ERA aka Rob Winston
LINO GITTO aka Linnon Winston
Copyright © 2017 OFFSET. / Tutti i diritti riservati.