JAMAL OUASSINI [MA/IT]

VIOLONISTA, COMPOSITORE E DIRETTORE D’ORCHESTRA

« Viaggiare è cultura; spostarsi è cultura; osservare, domandare, assorbire è cultura. Non c’è conoscenza che non passi attraverso la curiosità di apprendere le diversità. Sono queste in estrema sintesi le linee guida del pensiero di Jamal Ouassini, maestro violinista, marocchino di Tangeri che ama però definirsi uomo del mondo (…) Ha scelto invece l’Italia per vivere e dare espressione alla sua arte. (…) Ouassini è tra i più grandi esecutori e compositori contemporanei di musica arabo-andalusa. Una tradizione nata all’alba del primo millennio dopo Cristo nella Spagna meridionale (Cordova, Siviglia e Granada) dove convivevano cristiani, musulmani di nascita, spagnoli convertiti e una minoranza di ebrei; un’alchimia culturale che è durata per oltre ottocento anni e che ha contribuito a creare quella che poi è divenuta la musica classica del mondo arabo… » (OFF)

AVAILABILITY

ON REQUEST
booking@scarrymonster.com

NEXT :

04/07/2021 PADOVA — Arcella Bella
Jamal Ouassini & Lucio Forghieri – Dialogue
(Parco Milcovich)

JAMAL OUASSINI

Nato a Tangeri (Marocco), studia al Conservatoire de musique et de danse de Tanger: musica arabo-andalusa, violino e musica classica, sotto la guida del violinista M° Antoine Batte (Primo premio del Conservatorio Superiore di Musica di Parigi). In seguito, entra a far parte dell’Orchestra Andalusa di Tangeri come violinista.

Si trasferisce a Verona, dove termina i suoi studi e si laurea nella medesima città presso il Conservatorio statale di musica F.E Dall’Abaco

Per diversi anni si dedica alla musica classica collaborando con numerose orchestre da camera, sinfoniche e liriche e, contemporaneamente,insegna violino e teoria musicale presso l’Accademia di Musica Moderna e il Centro di Ricerca Musicale. Verona

Nel 1984 fonda l’Ensemble Ziryab, gruppo musicale che, riunendo prestigiosi musicisti provenienti da diversi paesi del Mediterraneo, tra gli anni ‘80 e ‘90 ha suscitato grandi consensi nell’ambito dei più prestigiosi festival di World Music, sia in Italia che nel resto d’Europa.

Come direttore e violinista dell’Orchestra Arabo-Andalusa di Tangeri, ha pubblicato il CD “Incontro a Tangeri”. Quadri musicali tra cultura araba, cristiana ed ebraica”, con la presentazione di Tahar Ben Jelloun.

Nel 1997 e nel 1999 ha curato la redazione di due saggi sulla musica araboandalusa per il Festival Di Nuova Musica (Reggio Emilia).

Collabora, nel 1998, alla realizzazione dello spettacolo Al Kamar, del pianista e compositore A.Breschi, realizzando e pubblicando anche un CD dall’omonimo titolo, presentato a Parigi presso l’Istituto del Mondo Arabo e nei teatri La Cigale (special guest Manu di Bango) e Cirque d’Hiver , proseguendo il tour in Svizzera, Italia, Spagna, Irlanda, e Francia.

Con “Jamal Ouassini Ensemble”, fondata nel 1999, realizza il CD “Al Kafila” (la Carovana), in coproduzione con Toscana Music Pool e Fabbrica Europa, seguito da un tour italiano a cui hanno partecipato numerosi ospiti tra cui ricordiamo: Mauro Pagani, Moni Ovadia, Paolo Fresu, Gabriele Mirabassi.

Nel 2003 riceve premio UNESCO per l’opera “Incontro a Tangeri” Collabora stabilmente con Moni Ovadia nello spettacolo “Shir Del Essalem” (Canti per la pace).

Autore nel 2004 dello spettacolo “Al Kazar”, dedicato al Mediterraneo che vede come collaboratori e protagonisti il celebre ballerino flamenco Joaquin Ruiz . Lo spettacolo è stato rappresentato al teatro Valli di Reggio Emilia, in seguito pubblicato in DVD.

Nel 2005 fonda una nuova orchestra, la “Tangeri Café Orchestra”, pubblicando nel 2006 il primo Cd dal titolo “Tingitana

Nel 2006, da ricordare il concerto per il Festival della letteratura di Mantova, con la partecipazione di Tahar Ben Jelloun e Khaled Fouad Allam.

2006 Fonda l’ensemble “Encuentros” (compagnia di Musica e Danza), che vede insieme 16 artisti provenienti da diversi paesi del Mediterraneo. Per Encuentros mette in scena lo spettacolo L’ayali l’kamar, presentato per la prima volta presso il Teatro Grande di Pompei, con la partecipazione di Moni Ovadia.

Nel settembre 2009 su invito del Teatro Auditorium Manzoni di Bologna dirige “Etno Jazz Pan Orchestra”, un orchestra formata da 25 artisti provenienti da 9 paesi differenti.

Nel 2010 è ospite con la Tangeri Cafè Orchestra al Sancarlo di Napoli , Concerto Euromediterraneo per il Dialogo tra le Culture.

Nel luglio 2010. A Cordoba (ES) tiene un laboratorio di musica d’insieme per il festival internazionale della chitarra di Cordoba.

2013/14/15 collabora con Franco Battiato nel progetto “Diwan” L’essenza del reale.

Nel giugno 2014 è ospite come violinista solista presso i Giardini del Vaticano all’incontro “Invocazione per La Pace” voluto da Papa Bergoglio .

Dal 2017 tiene regolarmente seminari presso il conservatorio di musica della Svizzera italiana scuola universitaria.

WORKSHOP

Altra Musica & Improvvisi Mediterranei
Workshop-Musica D’insieme
Tenuto da Jamal Ouassini


info@off-set.org

Jamal Ouassini

Artist links



Production, promotion and records since 2009 © 2021 OFFSET Tutti i diritti riservati